Oltre la crisi: avviare un'attività per l'assistenza PC

Categoria:

assistenza pc

.   |   Articolo scritto da:

Staff

.

Tonfi in borsa, subprime, risparmi in fumo. La crisi finanziaria del 2008 (che continua a portare con sé lunghi e pesanti strascichi come vediamo in questi giorni) si é abbattuta anche sull'economia reale con aziende costrette a chiudere e aumento della disoccupazione. Oggi vi raccontiamo la storia di un nostro iscritto, Filippo Oliveri,  professionista dell'assistenza pc a Milano , che ha dovuto per necessità reinventarsi un nuovo mestiere ed ha scelto di trasformare la passione per l'informatica in una piccola attività. Ecco la sua storia.

D: Partiamo dall'inizio Filippo, come é nata l'idea di avviare un'attività in proprio nell'ambito dell'assistenza PC ?

R: Diciamo per necessità: la ditta in cui lavoravo ha chiuso e dopo un continuo e assiduo lavoro per ben 37 anni, mi sono ritrovato con l'età che ho (57 anni) sulla strada. Dopo un continuo girovagare per ditte di Milano in cerca di lavoro, senza avere risultati, mi sono deciso. Essendo un grande appassionato d'informatica, settore dove in passato ho anche lavorato,acquisendo anche l'attestato dalla regione Lombardia, ho deciso di aiutare gli amici e gli amici degli amici a non prendere fregature come quelle che negli anni passati sono capitate anche a me nel campo dei computer. I feedback ricevuti sono apprezzamenti per aver fatto risparmiare dei bei soldi. Questa è un anteprima perché l'attività é ancora in uno stato embrionale ma spero si possa ampliare presto.

D: Quali sono oggi i problemi più diffusi per cui viene contattato ?

R: I problemi più diffusi che richiedono il mio intervento sono i virus informatici. Le persone spesso scaricano antivirus gratuiti per proteggersi che non sempre offrono però la migliore affidabilità. Altri motivi di chiamata sono i sistemi operativi che vanno in tilt e gli alimentatori di corrente che si bruciano.

D: Ti capita anche di intervenire da remoto ? Es. usando skype o altri tool per aiutare i clienti ?

R: Per adesso non mi è mai capitato di intervenire da remoto perché lavorando prevalentemente con amici e conoscenti che abitano in zona mi sono sempre recato io da loro.

D: Alcuni mesi fa abbiamo parlato sul blog di centri di assistenza pc non proprio onesti . Che consigli daresti ai nostri lettori per evitare brutte sorprese ?

R: Per evitare brutte sorprese darei un consiglio semplice ma poco seguito: prima di fare intervenire un tecnico chiedete in giro ad almeno quattro o cinque persone. Le uscite sono abbastanza salate, perciò bisogna essere attenti: ovviamente se gravitate intorno a Milano non dimenticate di contattare anche me!

D: Nel mondo dell'assitenza pc girano leggende metropolitane, come di quel tizio che aveva scambiato il lettore cd rom del computer fisso per un porta tazze... ti  sono mai arrivate richieste curiose o incredibili come questa ?

R: Domande curiose come quelle non mi sono mai capitate. Piuttosto la gente ha poca familiarità con l'informatica perciò é facile che, contattato ad esempio da una persona con il computer "impallato",  alla domanda "Quale sistema operativo usi sul PC?" la risposta sia "Cos'è il sistema operativo?"

D: Infine, hai qualche consiglio semplice da lasciare ai nostri lettori per mantenere in ordine il proprio pc ed evitare problemi? Se é un PC fisso, suggerisco di aprirlo almeno una volta ogni 6 mesi per pulirlo internamente dalla polvere (ovviamente se avete un minimo di dimestichezza con l'hardware, altrimenti chiedete aiuto a chi sie ne intende). In questo modo si può evitare di bruciare alimentatore e processore. Inoltre se avete più periferiche attaccate al computer (es. stampante, modem, etc.) suggerisco sempre di comprare una ciabatta con interruttore che vi aiuti a risparmiare qualche euro di elettricità. Se si tratta di un portatile meglio acquistare un basamento pc con ventola per aiutare il raffreddamento.In ogni caso  l'installazione di un buon Antivirus a pagamento é sempre raccomandabile!

Seguici su Twitter
Dicono di noi
Segui il blog