Babysitter ladra per amore del porno

Categoria:

babysitter

.   |   Articolo scritto da:

Staff

.

Capita purtroppo di mettersi in casa persone poco oneste che vengono sorprese a rubare denaro o altri oggetti, ma questo che vi stiamo raccontando é davvero un caso limite... E' successo a Minneapolis, USA dove Amanda Owens, una babysitter 18enne é stata pizzicata a rubare in casa per comprarsi filmini porno!<!--more-->

Tutto inizia quando la famiglia Pake decide di assumere la giovane ragazza per prendersi cura dei figli , salvo poi accorgersi della progressiva scomparsa di oggetti di valore dalla casa. Iniziano le indagini e  con l'aiuto delle riprese della telecamera di sicurezza, dopo l'ennesimo furto, scatta il sospetto e la trappola ai danni della babysitter che viene sorpresa con le mani nel sacco. Ma quale sorpresa nello scoprire che la ragazza sottraeva oggetti dalla casa per potersi comprare film spinti al solo scopo di soddisfare il proprio bisogno compulsivo di sesso da piccolo schermo. Oltre alla figuraccia la ragazza, rea confessa, rischia grosso: una multa di 10.000$ e una condanna fino a 10 anni di carcere.

L'affidabilità dovrebbe essere la prima qualità di un collaboratore domestico: purtroppo la cronaca segnala quasi settimanalmente furti effettuati ai danni delle famiglie da parte di babysitter, colf o badanti disoneste. Nel vicentino pochi giorni fa una giovane babysitter 19enne é stata denunciata per aver rubato a più riprese gioielli per un valore di circa 8.500 euro dalla casa presso cui lavorava dopo aver perfino tentato di farsi un bonifico utilizzando le credenziali di accesso del conto online dei datori di lavoro scoperte nel cassetto di una scrivania. Stessa disavventura é capitata ad un imprenditore della provincia di Ancona che, dopo aver assunto pochi mesi fa una colf, ha scoperto grazie alle forze dell'ordine che la collaboratrice domestica rubava preziosi per rivenderli poi subito a negozi di recupero oro. 

Seguici su Twitter
Dicono di noi
Segui il blog