Confronto con bambini dai 14 mesi agli 11 anni

Categoria:

babysitter

.   |   Articolo scritto da:

giuseppina.tedeschi

.

La babysitter è una professione che prevede l'instaurarsi di un rapporto di fiducia tra un individuo e uno o più bambini.
Per la prima volta è necessario che la babysitter si lasci seguire dal bambino che piano piano la farà entrare nel suo "piccolo mondo". Il linguaggio non verbale ha molto più significato per i bambini dai 14 mesi ai 4/5 anni, pertanto risulta inutile sforzarsi di piacere, sceglieranno loro il momento e il luogo giusto per far sentire la babysitter come parte integrante della loro quotidianità.

Bisogna seguire il bambino nella sua routine (colazione, giochi, divertimento, giusta dose di televisione) senza stravolgere le sue abitudini..la babysitter deve, un po' alla volta, adeguarsi al suo mondo con discrezione. I primi input per instaurare un rapporto con i bambini con la fascia d'età tra i 14 mesi e i 3/4 anni è conoscere i ritmi del bambino (ovviamente su indicazione della madre) per poterli replicare durante l'arco di tutta la giornata. Il cambio pannolino è il momento più intimo, meglio accompagnare il momento con qualche coccola affinché s'instauri quella fiducia che poi si protrae nel tempo, soprattutto nella vestizione.

Per i bambini dai 4 agli 11 anni, c'è la fase di scrutinio della babysitter; inizia con la conoscenza con domande rivolte alla babysitter anche personali per cercare di comprendere il modo di essere, di entrare in contatto con le abitudini, il linguaggio della sitter. Il sitteraggio è decisamente il miglior modo per rapportarsi con le fasce d'età più piccole e la gestione di uno o più bambini dipende sostanzialmente dalla babysitter. Osservare, tenere sott'occhio, essere vigili ed attenti ad ogni movimento dei bambini non è da tutte, ovviamente questa non è una limitazione: molte volte l'ansia di essere ovunque e di evitare magari qualche spiacevole "incidente" gioca a sfavore.

La sitter dev'essere molto sveglia, agile e decisa...spesso i bambini cercano di far la differenze tra la babysitter e il genitore ma questo non dev'essere un problema, pian piano si cercherà di fare nel giusto modo e in quello corretto. Spesso cercheranno d'imporre la propria idea (anche contraria a quella del genitore stesso) ma bisogna essere decisi a seguire le istruzioni date dai genitori affinchè i bambini capiscano che la sitter è dalla loro parte ma anche da quella dei genitori..con regole da rispettare.