Rigenerare un prato

Categoria:

giardiniere

.   |   Articolo scritto da:

Verde Giardino

.

Da aprile fino a settembre si possono effettuare interventi importanti come la rigenerazione o la semina di un prato nuovo. Nel primo caso si tratta di un ringiovanire la superficie erbosa , con l'apporto di sementi idonee con miscugli di specie diverse dotate di requisiti speciali: pronta radicazione, capacità di adattamento, rapido sviluppo . La gestione della rigenerazione va fatta con una trasemina preceduta da una tosatura molto bassa del prato e arieggiatura minuziosa eliminando per bene i residui inerti e da una buona concimazione di fondo ed irrigando adeguatamente. Questa soluzione è adatta a ricostruire l'area erbosa, impoverita o fortemente danneggiata, in alcuni casi la nostra azienda riesce a recuperare prati in condizioni disastrose, eseguendo una rigenerazione coadiuvata dal integrazione di terricci specifici, apportando contemporaneamente un miglioramento del ph del terreno e una più rapida diffusione del prato.
 
Se sei alla ricerca di un giardiniere a milano o di una persona che si prenda cura del tuo giardino a roma, consulta i nostri utenti in zona o inserisci una richiesta di servizio a questa pagina: provvederemo noi a contattare tutti i professionisti iscritti sul nostro sito.

Elemento molto importante da considerare è che un prato rigenerato diviene più velocemente fruibile, con una gestione di ricrescita facilitata.
Se invece il manto verde è più danneggiato, meglio rifarlo completamente, da seme o da zolle e rotoli. 
L'operazione è un po' laboriosa per il area verde e comporta, per un certo periodo, di inutilizzo del prato . Per questo conviene provvedere a marzo, quando ancora lo spazio esterno viene poco utilizzato. La semina va fatta su un terreno ben diserbato, concimato e fresato, con un miscuglio di sementi che si adattino al clima al esposizione con un attento programma di manutenzione: un prato che attecchisce bene , quasi certamente, un prato longevo e sano belo da vivere.

Seguici su Twitter
Dicono di noi
Segui il blog