Come scegliere il condizionatore: climatizzatori...questi sconosciuti

Categoria:

idraulico

.   |   Articolo scritto da:

giannantonio.stoffella

.

La bella stagione è alle porte e chi ancora non ne possiede uno sta valutando l' acquisto di un climatizzatore. Da apparecchio d' elite per pochi il condizionatore è ormai diventato un pratico elettrodomestico utile al nostro benessere.
Le  più importanti funzioni che svolge un climatizzatore sono raffreddamento , deumidificazione e ventilazione; molti hanno anche la possibilità di riscaldare gli ambienti nelle mezze stagioni (...che ormai non ci sono più...) o in inverno.
Possiamo quindi scegliere se utilizzare il condizionatore in funzione raffrescamento/deumidificazione e in questo caso potremo abassare la temperatura interna (senza mai esagerare) a nostro piacere ottenendo nel contempo la deumidificazione dell' aria (non percepiremo più la tanto fastidiosa "afa"). Per giornate non particolarmente calde o comunque quando non desideriamo abassare troppo la temperatura potremo utilizzare la sola funzione di deumidificazione, particolarmente indicata per persone anziane e per i bambini, categorie che mal sopportano grossi sbalzi di temperatura. Un ambiente deumidificato risulta essere particolarmente gradevole e il nostro corpo percepisce una differenza di temperatura maggiore di quella realmente raggiunta. In breve, si sta meglio, si "respira" ma non si creano grossi sbalzi tra la temperatura esterna e quella interna. Da ultimo la funzione di ventilazione, adatta per far circolare l' aria negli ambienti senza modificarne ne la temperatura ne il grado di umidità: una sorta di grosso ventilatore, adatto nelle giornate non particolarmente calde. Alcuni climatizzatori offrono anche una ulteriore funzione di riscaldamento (a mezzo di una pompa di calore) molto utile nelle giornate non particolarmente fredde, quando ancora magari non abbiamo acceso il riscaldamento centrale.
Qui trovate idraulici esperti nell'assistenza condizionatori a roma.
LA SCELTA DEL CONDIZIONATORE: Negli ultimi anni si sono affacciate al mecate nuove tecnologie e in particolare una tecnologia chiamata  INVERTER in contrapposizione a quella tradizionale identificata come tecnologia ON-OFF. Anche i gas impiegati all' interno dei climatizzatori sono stati svariati.
Dovendo essere schematico, mi limiterò ad evidenziare appunto schematicamente alcune sostanziali differenze tra i vari tipi di gas e tecnologie.
GAS R 22: Da sempre impiegato nei climatizzatori è stato dichiarato nocivo per il pianeta e quindi è vietata la vendita ormai da  5/6 anni di climatizzatori funzionanti con tale gas; chi possiede tali condizionatori può continuare ad usarli tenendo presente che in caso di guasto del condizionatore o perdita di gas non sarà più possibile trovare sul mercato il gas R22 ma si dovranno usare appositi gas ricondizionati.
GASR407  stato un gas di "transizione" usato al posto del gas R22. Ormai il suo uso è però stato abbandonato da quasi tutti costruttori. Il suo uso e la sua commercializzazione sono comunque consentiti.
GASR410 è il gas oggi maggiormente usato dai costruttori di climatizzatori; è considerato un gas pulito, ecologico sicuro.
SCIEGLIERE SEMPRE IL CLIMATIZZATORE IN BASE ALLA CLASSE ENERGETICA
Ovviamente consiglio di sciegliere sempre climatizzatori che appartengano alla classe A per un minor consumo.
INVERTER O ON-OFF?
I pareri e i consigli che, a vario titolo, ascolterete in merito non faranno altro che...confondervi le idee. Molto brevemente (riservandomi di scrivere un articolo dedicato alle differenze/caratteristiche tra INVERTER o ON-OFF):
ON-OFF (acquistare sempre apparecchi  in classe A): Apparecchio più economico adatto per usi non particolarmente impegnativi in termini di durata di impego e quindi va benissimo se pensate di non usare il climatizzatore per più di cinque  ore al giorno. Leggermente più rumorosi dell' INVERTER, forse maggiormente durevoli nel tempo.
INVERTER particolare tecnologia che permette al climatizzatore di rimanere sempre in funzione (al minimo) anche se raggiunta la temperatura impostata. Permettono un risparmio di energia e quindi di costi di esercizio MA SOLO SE TENUTI ACCESI OLTRE LE 5/6 ORE AL GIORNO. Risultano essere maggiormente silenziosi della tecnologia ON-OFF.  Il loro prezzo di acquisto è sensibilmente maggiore. Solitamente comprendono anche la funzione di riscaldamento.
BUONA ESTATE.