Le difficoltà nella matematica

Categoria:

lezioni private

.   |   Articolo scritto da:

azzurra.virgulti

.

Come ormai è noto la matematica rappresenta il peggior scoglio degli studenti di qualsiasi ordine e grado.
Nonostante l'Italia si possa vantare di fior fior di matematici dei secoli passati, ad oggi questa scienza rappresenta il terrore di molti e cosa ancor più spiacevole, viene ritenuta inutile dai più.

Purtroppo, ma soprattutto per fortuna, non è così. La matematica è parte di noi e di tutto ciò che ci circonda.
Dalla semplice spesa al supermercato con totali, sconti e IVA, alle fantastiche geometrie di fiori e conchiglie, all'uomo vitruviano sulle monetine da 1 euro.

Molti studenti, loro malgrado si trovano a dover fronteggiare una matematica trasmessa senza passione, poichè gli stessi che dovrebbero trasmettergliela non sono appassionati dalla materia.

Perchè?

Detto fatto. Ahimè in Italia la matematica è insegnata solo in rari casi da persone giustamente qualificate, ovvero laureate in Matematica. Infatti fin dalle elementari ci viene trasmessa da altre figure che non hanno sufficienti competenze in merito.
Dai laureati in scienze della formazione/educazione, agli ingegneri, biologi, geologi e chi più ne ha più ne metta.

La matematica è una passione che ti prende dentro, è un fuoco che ti pervade e quando senti queste sensazioni dentro di te non puoi fare a meno di far sì che altri le provino allo stesso modo.
La passione per la matematica mi ha accompagnato nel mio cammino fin dalle elementari, portandomi fino al corso di laurea in matematica per poter trasmettere questa mia passione agli altri!

Questa scienza va compresa a fondo e non fatta imparare meccanicamente e a forza o a memoria, non c'è cosa più sbagliata.
La matematica è fatta per aprire la mente, per essere spronati alla ricerca di nuove soluzioni.
La capacità di problem solving che possiede un matematico credo che pochi altri la posseggano.
Non potete avere idea di quanti ruoli lavorativi possa ricoprire un matematico, specie in campo economico/finanziario.
Quindi rivolgo un appello a genitori e docenti: fate appassionare i vostri figli/alunni a questa favolosa materia e rimarrete profondamente soddisfatti dai risultati.
E soprattutto non esiste "non essere portati" per la matematica, c'è solo chi ha voglia di imparare e chi no.