Le costellazioni familiari ad approccio immaginale

Categoria:

psicologo

.   |   Articolo scritto da:

giordana.pavia

.

Hai mai pensato di poter parlare con i tuoi antenati per comprendere te stesso, migliorare la tua vita e agire sul
tuo destino?

Ogni figlio, dal momento stesso del concepimento, entra a far parte di un sistema familiare ricco di aspettative, desideri inespressi, progetti non realizzati.
Inconsapevolmente i genitori proiettano su di lui aspettative e missioni riparatrici ricevute dagli antenati e da essi non compiute.
Prima di poter realizzare la propria vita, ciascuno è quindi chiamato a svolgere il proprio ruolo all'interno di un copione da portare a termine per compensare il destino familiare.

Le Costellazioni Familiari ad approccio immaginale:
Le Costellazioni Familiari si basano sulla messa in scena del sistema famiglia attraverso l’uso di rappresentanti che “impersonano” i membri della famiglia del cliente.
Ad esse si associa l’approccio immaginale, che si rifà a una visione della psiche quale sorgente di tutti i fenomeni e quindi capace di creare la realtà.
Attraverso la rappresentazione del proprio sistema familiare è possibile osservare direttamente quali siano i condizionamenti che impediscono la piena realizzazione di sè a favore della fedeltà inconscia al prorio clan.
La Costellazione è un canale privilegiato di accesso all'inconscio familiare e individuale e un mezzo altamente efficace per individuare i nodi irrisolti e operare verso la loro risoluzione.
Come si svolge una Sessione di Costellazioni?
All'interno del gruppo, il Consultante sceglie un rappresentante per ogni familiare che desidera mettere in scena e poi resta ad osservare cosa accade.
I Rappresentanti, una volta investiti di un certo ruolo, pur non essendo isruiti e informati sulle caratteristiche di chi rappresentano, inizieranno a entrare in risonanza con le energie presenti. Saranno queste energie a guidare le esperienze emotive dei partecipanti e lo sviluppo della scena. Andrà così a crearsi una sorta di psicodramma che sarà la chiave per scorgere i disequilibri e le missioni irrisolte che investono l'intero nucleo familiare e che si riversano in ultimo sul Consultante.
Grazie all'intervento del Conduttore sarà allora possibile aiutare il clan familiare a trovare un nuovo equilibrio che permetta di pacificare le aspettative degli avi e contemporaneamente non gravi più sul destino del richiedente.
Si tratta di un'esperienza molto intensa e ricca sia per chi proponre la costellazione della propria famiglia sia per i Rappresentanti. Tutti ne usciranno accresciuti e toccati grazie alle nuove comprensioni raggiunte.

Alcune delle domande più frequenti:
-Che differenza c'è tra la costellazione e una rappresentazione teatrale o uno psicodramma?
Nella costellazione familiare non esiste alcun copione. Le persone che entrano in scena sono invitate a sentire cosa accade in loro e comportarsi di conseguenza, fidandosi delle intuizioni che emergono e ricordandosi che in tale frangente ciò che sentono non è qualcosa di proprio,ma appartiene invece a chi si sta rappresentando in quel momento.
-Per partecipare ad una costellazione occorre una preparazione particolare?
Chiunque è in grado di entrare nel campo cosciente e percepirne le energie.
Sicuramente l'allenamento all'ascolto di sè e la conoscenza della meditazione sono degli strumenti in più che possono amplificare tale esperienza, ma in ogni caso ciascuno è in grado di partecipare.
-Com'è possibile sentire qualcosa che appartiene ad altre persone del tutto sconosciute e di cui non si conosce nulla? Ha a che fare con la magia o l'essere sensitivi?
Per spiegare questo fenomeno si fa uso di varie spiegazioni, ma nessuna di esse ha a che fare con la magia o con paticolari doti di sensitività.
Ad oggi tale fenomeno è stato ampiamente riconosciuto anche da studiosi di livello Accademico, ma ancora non è stata data una definitiva dimostrazione scientifica.
La teoria più conosciuta e accreditata è quella che parla di campi morfogenetici e che si rifà agli studi della fisica quantistica. Secondo questa teoria esisterebbe un campo di coscienza esterno all'individuo in cui ognuno può entrare se guidato dall'intenzionalità. Il nostro cervello si comporterebbe allora come una ricetrasmittente capace di posizionarsi su di una specifica lunghezza d'onda che è quella della famiglia e della persona che si rappresenta.
E' possibile approfondire questi temi, ma la cosa importante per partecipare ad una Costellazione Familare è sapere che tale metodica è ormai stata ampiamente verificata empiricamente da innumerevoli professionisti psicologi, medici, psichiatri, psicoterapeuti e specialisti delle relazioni d'aiuto. Ogni volta che si mette in scena una Costellazione il "campo morfico" si crea , sia che si capisca perchè ciò che accade sia senza saperne il funzinamento ed essendo scettici.
-E' possibile utilizzare la tecnica delle Costellazioni Familiari senza l'ausilio di un gruppo, all'interno di un setting individuale?
Si, è possibile.
Ogni Conduttore utilizza un suo diverso sistema, che può consistere nell'utilizzo di oggetti, fogli con il nome scritto sopra o, nel caso dell'approccio simbolo-immaginale, con il supporto delle Carte dei Nat: Antenati e Spiriti di Natura.